Articoli taggati :

totalitarismo

5 BUONE RAGIONI PER NON VOTARE GRILLO

Aggiornamento maggio  2014: questo post fa ora parte della raccolta di reportage “Quitaly”  acquistabile in libreria o qui

Aggiornamento settembre 2013: questo post ha vinto il  Macchianera Italian Awards 2013 come miglior articolo dell’anno con oltre 10mila voti dei lettori. Grazie a tutti.

5 BUONE RAGIONI PER NON VOTARE GRILLO

“Il fascismo si è presentato come l’antipartito, ha aperto le porte a tutti i candidati, ha dato modo a una moltitudine incomposta di coprire con una vernice di idealità politiche vaghe e nebulose lo straripare selvaggio delle passioni, degli odii, dei desideri. Il fascismo è divenuto così un fatto di costume, si è identificato con la psicologia antisociale di alcuni strati del popolo italiano, non modificati ancora da una tradizione nuova, dalla scuola, dalla convivenza in uno Stato bene ordinato e amministrato” 

Antonio Gramsci, L’Ordine Nuovo, 26 aprile 1921.

Quando è diventato chiaro che Berlusconi era troppo impegnato a cercare di limonarsi da solo per avere la lucidità politica necessaria a mantenere il potere, mi sono chiesto: cosa s’inventeranno questa volta gli italiani?

Domanda legittima quando hai ancora chiaro nei ricordi il clima da caccia alle streghe del 2001 quando l’Italia si divideva in due: da una parte le persone, dall’altra i berlusconiani in erezione. Continua a leggere

I grandi corsi del Döner: DAL TOTALITARISMO ALLA DEMOCRAZIA E RITORNO IN 18 COMODI PASSI

I grandi corsi di Quit the Doner:

Come passare dal Totalitarismo alla Democrazia e poi di nuovo al Totalitarismo in  18 comodi passi

1. Anni 20 del XX secolo: i partiti comunisti e socialisti rappresentano una minaccia agli interessi degli imprenditori, la borghesia favorisce così l’ascesa di regimi fascisti violenti e populisti in tutta Europa. Vengono inventati in questo modo il culto della personalità, la propaganda mediatica e Gianfranco Fini

2. Le economie crescono, la gente non è libera, il dissenso è represso nel sangue. In compenso le adunate di massa sono un’ottima occasione per fare foto spettacolari

3. Tutte quelle armi costruite per far lavorare le fabbriche bisognerà pure usarle, specie se hai distratto le persone dal loro sfruttamento spiegandogli che sono la razza eletta (ehi sei la razza eletta, per questo lavori in fabbrica per 12 ore al giorno costruendo carri armati). Scoppia così la seconda guerra mondiale, ci vorranno 6 anni e 50 milioni di morti per reinstaurare la democrazia e la possibilità di ordinare cinese al take away

4. lo shock è grande, per riprendersi nasce il welfare state e le nazioni finanziano la ricostruzione e lo sviluppo con il debito, la cosa funziona discretamente bene per un po’ di tempo, anche perché dall’altra parte del mondo ci sono i comunisti che affascinano molti poveri quindi non si può sbracare più di tanto, altrimenti scoppia un casino tale che la rivoluzione francese sembrerà all’improvviso un allegro brunch domenicale

5. Dei pazzi psicotici rispetto ai quali Attila era Hello kitty, fondano la cosiddetta scuola di Chicago. Capitanata da Milton Friedman è una corrente ultra liberista che elegge il mercato a panacea di ogni male. In realtà sanno benissimo che è un parafulmine ideologico per permettere alle grandi aziende le peggiori ruberie, ma inspiegabilmente le grandi aziende che …