REPORTAGE: VIAGGIO NATALIZIO NELL’AUTONOMIA ALTOATESINA (Linkiesta)

  • 18 dicembre 2013
bozen-1 (1)

Bolzano è il centro di un mondo dove c’è un re, ma dove l’Italia paga un’“indennità di prigionia”

 

Se le montagne dell’Alto Adige sono un’attrazione turistica aperta 365 giorni l’anno, il capoluogo della provincia autonoma, Bolzano, entra in contatto con i turisti provenienti dal resto del Paese soprattutto a dicembre, quando si svolge il primo e più famoso mercatino di Natale d’Italia.

Assieme a Markus, il fotografo di questo reportage, ho scelto questo momento dell’anno per viaggiare assieme ai turisti e raccontare la più blindata, invidiata e discussa delle autonomie italiane, quella altoatesina.

Durante l’avvento oltre 600mila turisti arrivano a Bolzano in auto, a bordo di treni strapieni o con i pullman di viaggi organizzati (anche 300 a weekend ). Vengono dal Nord Italia, ma anche dalla Toscana, dalla capitale o da Napoli e Salerno (880 chilometri di distanza). Tutti compattamente alla ricerca di una cosa: lo spirito natalizio. Continua a leggere su Linkiesta